La CARBONARA. Oggi cucina Lui.

La CARBONARA. Oggi cucina Lui.

Oggi cucina mio marito. A me non piace molto la carbonara!

Per l’uovo crudo, per la pancetta, per il formaggio che si fonde…quindi mio marito, se ha voglia di carbonara… la cucina lui.

Con il tempo è riuscito a farla sempre più leggera, regolando meglio gli ingredienti e riuscendo a farla mangiare anche a me. Se questo non è amore…♥♥♥

La dose che indichiamo è per 2 persone, quindi, per gli ingredienti regolatevi voi a seconda delle persone che dovete sfamare!

Ingredienti:

  • 1 uovo
  • 80/100 gr. di guanciale
  • Acqua minerale gassata (fredda)
  • Formaggio grattugiato (pecorino)
  • Pepe nero
  • 200 gr. di spaghetti di semola di grano duro
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Sale

In una padella antiaderente capiente far rosolare il guanciale dopo averlo tagliato a fette e poi a listarelle. Lasciare sul fuoco finché la parte grassa non si sarà sciolta rendendo croccante la parte magra. Togliere la parte grassa fusa, che potrete usare più tardi per finire il piatto e renderlo più goloso.

Nel frattempo sbattere l’uovo aggiungendo un pò di acqua minerale gassata fredda (così consiglia lo Chef Simone R.).  Aggiungere il formaggio grattugiato e mescolare.

Appena l’acqua bolle, buttare gli spaghetti e lasciarli cuocere fino a circa 3/4 dalla cottura, scolarli e lasciare un pò di acqua di cottura.

Se preferite un piatto dal sapore più forte e deciso, terminate la cottura della pasta facendola saltare nel saporitissimo “grasso fuso” del guanciale che avevate messo da parte, aggiungendo, se necessario, dell’acqua di cottura della pasta.

A fine cottura aggiungere le uova sbattute, il pecorino grattugiato ed il guanciale croccante.

Per un piatto più leggero lasciate cuocere la pasta finché non sarà al dente, scolarla, aggiungere uova sbattute, formaggio grattugiato e guanciale croccante.

Il piatto risulterà ugualmente cremoso, ma decisamente più leggero!

Non dimenticate di finire il piatto con una generosa dose di pepe nero macinato rigorosamente al momento!

carbonara (6)

Per questo piatto abbiamo utilizzato una pasta ruvida, ovvero degli spaghetti di semola di grano duro biologica prodotti in Abruzzo e regalati da Patrizia, una carissima amica.

Per ringraziarla, dedico a lei questo post!

♥♥♥♥♥    ♥♥♥♥♥    ♥♥♥♥♥

Con questo post inizia da oggi una collaborazione con Franco, un caro amico, titolare de La Cantina Pinta che suggerirà, per ogni piatto da me proposto, un vino particolare, oppure una bollicina o una birra.

La Cantina Pinta INSEGNA

La Cantina Pinta, per un primo cosi ricco e goloso suggerisce un abbinamento con un bel vino bianco fresco e minerale con un notevole corredo aromatico come il SAUVIGNON 2009 RUSSIZ SUPERIORE – MARCO FELLUGA (€16,00), ecco il link per acquistarlo presso l’enoteca on-line LA CANTINA PINTA e farselo spedire comodamente a casa:La Cantina Pinta

Se vogliamo invece rimanere con un abbinamento per territorio possiamo bere un Frascati di alta qualità come il SANTA TERESA FRASCATI SUPERIORE 2011 – FONTANA CANDIDA (€10.00), fresco, complesso con un bel corpo, sentori di fiori di campo e note minerali dovute al terreno vulcanico dei vigneti e infine una leggera speziatura che ben si abbina a questo piatto, ecco il link: La Cantina Pinta

Date una sbirciatina alla Cantina, oppure passate a trovarlo.

Non vi deluderà, credetemi!

Date una sbirciatina alla Cantina, oppure passate a trovarlo.

Non vi deluderà, credetemi!

Giuseppina Buti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *