PANE AL TIMO

PANE AL TIMO

Fuori piove, l’umidità dell’aria è altissima e di uscire, oggi, non se ne parla proprio!

Cosa faccio?  Impasto!

Come preannunciato qualche settimana fa ho messo mano alla preparazione del lievito madre (quì il post con le indicazioni su come prepararlo da sole) e, nell’attesa che sia pronto per dare il meglio di sé, per preparare questo Pane al Timo ho utilizzato il classico lievito di birra in panetti !

Ingredienti:

-450 gr di farina di grano tenero biologica di tipo “00″

-50 gr di farina di grano saraceno (oppure farina integrale biologica)

-250 gr di acqua tiepida

-25 gr di lievito di birra fresco, in panetti

-1 cucchiaino raso di sale fine-1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

-4/5 rametti di timo fresco

In una contenitore miscelate bene insieme le due farine e lasciarne da parte una piccola quantità (circa 1/4 del peso totale).

In una ciotola capiente sbriciolare il lievito di birra con le mani e scioglierlo in una parte di acqua tiepida.

Aggiungere poi la restante parte di acqua, l’olio e, gradatamente, 3/4 del peso totale delle due farine ed infine il sale.

Amalgamare bene tutti gli ingredienti ed impastare finché la pasta diventa elastica e potrà essere stirata senza che si rompa.

pane al timo 3

Formare una palla con la pasta, metterla in una ciotola in vetro o terra cotta, coprire con un panno e lasciare lievitare l’impasto almeno 3 ore in un luogo caldo della casa (lontano da fonti dirette di calore !).

Il forno, spento, andrà benissimo!

Dopo 3 ore di lievitazione l’impasto risulterà quasi raddoppiato.

A questo punto riprendere a lavorare l’impasto sulla spianatoia aggiungendo la restante farina messa da parte e le foglioline di timo.

Lavorare bene bene con le mani, stendendola e raccogliendola con energia diverse volte, proprio come fanno le massaie vere.

Lasciar riposare 15 minuti circa poi adagiare l’impasto nella teglia di cottura, e lasciare lievitare ancora (1,50/2 ore almeno) coperta con un canovaccio finché non raddoppia il volume.

La lievitazione si controlla premendo leggermente la pasta con un dito: se la pasta si rialza velocemente significa che il pane è pronto per essere infornato!

pane al timo 2

Il forno dovrà essere acceso un pò prima e lasciato riscaldare ben bene fino a raggiungere la temperatura di circa 250°.

Poco prima di infornare inserire nel forno una ciotola piena di acqua che durante la cottura evaporerà aiutando il pane a formare una crosticina croccante e sottile.

Infornare il pane e dopo 20 minuti di cottura abbassare il termostato a 180° e cuocere ancora per 25/30 minuti.

Una volta tolto dal forno lasciar raffreddare il pane lentamente adagiandolo su una griglia.

Giuseppina Buti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *