I TESORI di BUTI

I TESORI di BUTI

Io ve lo dico,  s a r ò   di   p a r t e !

Si, il mio GIUDIZIO non potrà essere obiettivo

perché io, qui,

a BUTI,

ci abito DA SEMPRE !

Con questo post voglio incuriosirvi e magari farvi venire la voglia di fare un giro per le strade di Buti, questo nostro piccolo SCRIGNO di TESORI.

Perché a Buti, di Tesori, ne abbiamo molti!

Non ci credete? Eccoli, per Voi:

Il Teatro Francesco di Bartolo e la Sala Polivalente Ex Cinema Vittoria.

La Compagnia deI Maggio “Pietro Frediani, la Corale Santa Cecilia e la Filarmonica “A. Bernardini”.

I Pittori, i poeti e gli scrittori .

Le antiche fortificazioni ed i loro resti: Castel di Nocco e Castel Sant’Agata.

Il Vecchio Borgo ovvero il Castel Tonini e la Villa Medicea.

Le 7 Chiese (Chiesa di San Martino, Chiesa di San Francesco, Pieve di San Giovanni Battista, Chiesa di Santa Maria della Neve, Chiesa di San Michele Arcangelo, Chiesa di San Rocco, Chiesa di San Nicolao).

Gli oliveti terrazzati con muretti a secco e l’Olio “n(u)ovo con il pisìcco“.

Il Frantoio Rossoni, nuovi Frantoi (link qui ) e la Strada dell’Olio dei Monti Pisani.

L’Olio di Buti citato e apprezzato da grandi poeti e scrittori come Giosuè Carducci, Gabriele D’annunzio, Ada Negri, Gioacchino Rossini  e Indro Montanelli.

Oliveti terrazzati a Buti

I Monti Pisani con i suoi castagni, le A.N.P.I.L. Serra bassa e Stazione Relitta di Pino Laricio e la Riserva Naturale Provinciale Monte Serra di Sotto (link).

I “Corbellai” ovvero i Cestai con le loro creazioni in legno di castagno intrecciato ed il profumo del castagno appena “schiappato”.

 I Sentieri per percorsi trekking e mountain bike, la Via Ferrata di Sant’Antone e le 50 Fonti Sorgive dei Monti Pisani.

sentieri e percorsi a Buti

E poi il Palio di Sant’Antonio, le 7 Contrade, le molte sagre,  le persone, le tradizioni culinarie, tanto e tanto altro.

Siete curiosi?

Buti è un paese poco distante da Pisa, Lucca, Firenze e Livorno. E’ come abbracciato dai Monti Pisani che ci proteggono e allo stesso tempo ci separano dal Mare. Quel mare che non è poi così lontano (in 40 minuti raggiungiamo la spiaggia più vicina!) e se raggiungiamo il punto panoramico in località Passo Prato a Ceragiola (Monte Serra, a 13 minuti dalla centralissima Piazza Garibaldi di Buti) nelle giornate limpide possiamo vederlo dall’alto, il mare, e quasi toccarlo con mano.

Vi ho fatto venir voglia di venire a visitare Buti?

La festa inizia sabato 23 con il Convegno “Albergo diffuso accoglienza turistica del futuro” e prosegue domenica 24 con Mercatino del Gusto, Laboratori e degustazioni  di Olio Castagne e Miele, Dimostrazioni di realizzazione delle antiche ceste butesi, Show cooking su preparazione di necci e cialde, Mercato di prodotti tipici dell’artigianato, Visite guidate a Villa Medicea e Frantoio Rossoni e Cerimonia di consegna della bandiera “Buti Città dell’Olio”.

Castel Tonini Buti

I ristoranti coinvolti nell’evento proporranno prodotti e ricette del territorio con abbinamento e degustazione di olio extra vergine di oliva:

 Cliccate qui per il programma dettagliato.

Io sarò in compagnia di Beatrice Ghelardi (IlServitoBuono), Erika Elia (CuocheInVacanza), Michele Colombini (@vadoevedo), Giovanni Borsari (@visitpisa), Vincenzo Foliano (@sognilowcost),  Danilo Landolfi  (@fotoscana), @valentinaemme @eliloresilvi e @gpioli8.

Nell’attesa di incontrarvi vi lascio questa Zuppa Lombarda con olio extra vergine di oliva appena franto (la ricetta la trovate qui).

fagioli in zuppa lombarda

vedi anche :

Vi aspetto.

Giuseppina Buti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *