Cibo, cultura, sport e natura, i TESORI di BUTI

Cibo, cultura, sport e natura, i TESORI di BUTI

Quest’anno il tempo non è stato clemente !

Domenica 16 novembre, nell’ambito della rassegna gastronomica e culturale

I TESORI DI BUTI

sotto un fortissimo temporale

si è svolta la premiazione delle cuoche delle CONTRADE DEL PALIO DI BUTI,

 vincitrici del 2° CONTEST di RICETTE TOSCANE e BUTESI.

La Giuria era composta da Beatrice Ghelardi, giornalista e food blogger (Il Servito Buono),  Michele Gemmi di Slow Food Pisa e Monte Pisano e Marco de Martin Mazzalon, Fiduciario della Condotta Slowfood della Valdinievole, oltre che dalla sottoscritta.

Per la prima volta che mi sono trovata in una Giuria, sopra un palco, ad assaggiare, confrontare e dare un giudizio a pietanze preparate da altre persone.

E’ stato interessante confrontare le stesse ricette tradizionali butesi preparate da cuoche diverse –tutte molto brave a dire il vero ! – ma che, pur nel rispetto della tradizione locale, come è naturale che accada, hanno personalizzato a loro modo udori  (leggi spezie, aromi), dosi, metodi e modalità di cottura creando 7 ottimi piatti tutti diversi tra loro!

Diversi erano i profumi, i sapori ed i colori degli stessi piatti !

Minestra di ceci- le ricette proposte dalle 7 Contrade

Beatrice, Marco, Michele ed io stessa che abbiamo assaggiato, confrontato  e valutato le diverse preparazioni. Ognuno di noi deriva da esperienze gustative diverse ed i nostri giudizi sono stati persino contrastanti su alcuni piatti ma abbiamo concordato sul giudizio finale che ha portato a decretare i piatti, a nostro parere, migliori.

Questi i piatti premiati con il prestigioso GREMBIULE :

MINESTRA di CECI  – Contrada San Nicolao:

premio minestra di ceci a Contrada San Nicolao

CINGHIALE in UMIDO con OLIVE – Contrada San Francesco:

premio Cinghiale in umido con Olive Contrada San Francesco

FAGIOLI alla BUTESE – Ex aequo Contrada San Rocco e Contrada San Francesco:

premio Fagioli alla butese Contrada San Rocco-ex aequo-Contrada San Francesco

CIALDE BUTESI – Contrada San Francesco:

premio Cialde butesi Contrada San Francesco

In questo post le Contrade e le Massaie vincitrici della 1^ edizione del contest.

La rivalità tra le massaie delle Contrade è ALTISSIMA

ed il prestigio personale delle vincitrici è grande !!!!

Cinghiale in umido e Fagioli alla butese Contrada Pievania
due giovani cuochi della Contrada La Croce
Cinghiale in umido e Fagioli alla butese
Contrada Ascensione
Cialde butesi Contrada San Rocco
Cialde Butesi Contrada San Nicolao
Cialde butesi Contrada San Michele
Cialde butesi Contrada Ascensione
Cialda della Contrada San Francesco con l'immagine della Chiesa della Contrada

Prima del Contest culinario il Sindaco Alessio Lari ha consegnato il premio alla carriera “L’Aquila d’oro” agli sportivi che hanno reso celebre Buti nel mondo intero:

Fabiana Luperini, campionessa mondiale di ciclismo su strada;

Mirko Gozzoli , ballerino campione del mondo in molte discipline di ballo;

 e per la sezione “giovani promesse”, ai ragazzi delle classi terze della Scuola Secondaria di 1° grado Francesco Di Bartolo,  che con i loro i progetti scientifici da loro portati avanti nell’anno scolastico 2013/2014 sono arrivati fino alla conferenza europea di Bruxelles.

Fabiana Luperini riceve l'Aquila d'oro - Premio alla carriera
Mirko Gozzoli contradaioli di San Michele

Con il riconoscimento “Balconi Fioriti”, inoltre, sono state premiate 4 concittadine per aver realizzato i più bei balconi dell’intero territorio comunale.

In Piazza Garibaldi, all’interno dello stand installato per l’occasione, abbiamo potuto assaggiare gli altri tradizionali tesori che il nostro territorio ci regala: olio extra vergine di oliva (Buti è Città dell’Olio dal 2013), prodotti per il corpo derivati dalla lavorazione dell’olio, dolci, birra di Buti, miele, prodotti derivati dalla lavorazione del castagno.

DSC04868
DSC04870
DSC04871
DSC04867
DSC04869
DSC04866
DSC04865
DSC04861
DSC04860
DSC04859

Con mia grande sorpresa ho scoperto che i territori scoscesi dei Monti Pisani che ci circondano sono terreno ideale anche per la produzione del prezioso zafferano, prodotto dall’azienda agricola il Querciaio.

zafferano di Buti

Il tempaccio che imperversava sopra le nostre teste non ha permesso ahimè  lo svolgimento di altre manifestazioni in programma quali il mercatino dei prodotti artigianali, il concerto e la degustazione dell’altro tesoro ovvero le castagne e dei suoi derivati: castagne arrostite, frittelle di neccio e castagnaccio.

2014-11-16 17.34

All’interno della VILLA MEDICEA è stato possibile, grazie all’ospitalità dei proprietari , fare un salto nel passato grazie alla visita guidata in costume con spettacolo musicale finale.

Nell’attesa del prossimo grande evento, ovvero il Palio di Sant’Antonio Abate (18 gennaio 2015) date un’occhiata al programma del Teatro Francesco di Bartolo !

Passate a trovarci.

Giuseppina Buti

Vedi anche I Tesori di Buti_edizione 2013 e gli eventi correlati:

A spasso per Buti, CITTA’ dell’OLIO. Alla scoperta di antichi Tesori e un grande progetto per il futuro

We Are What We Eat ovvero Siamo Ciò Che Mangiamo-MEdDIET VILLAGE a Buti 7-9 febbraio 2014

Ama Te Stesso ed il Tuo Mondo. Segui la Dieta Mediterranea !


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *