Croissant sfogliati

Croissant sfogliati

Questo mese per lo #scambioricette fra Le Bloggalline, sono stata abbinata a Virginia Sementilli. Il suo blog è Il Gatto Pasticcione e tra le sue ricette ho scelto i CROISSANT.

Ogni mese le blogger aderenti al gruppo Le Bloggalline vengono abbinate ad altre blogger del gruppo, di cui dovranno preparare una ricetta e pubblicare un post apposito sul proprio blog! Lo #scambioricette è per noi è un mezzo importante per conoscerci.

Era da tempo che avevo voglia di provare a fare la sfoglia, consapevole che, farla ma mano, senza una macchina sfogliatrice professionale, potrebbe non essere facile.

L’ottimo risultato ha sorpreso anche me!

Ingredienti per il 1° impasto:

-250 g di farina ’00
-20 g di zucchero
-5 g di sale
-15 g di lievito di birra fresco *
-140 ml di acqua tiepida

ed inoltre, per la sfogliatura e la finitura dei croissant:

-150 g di burro Beppino Occelli
-1 uovo intero

*La ricetta originaria di Virginia prevede 10 grammi di lievito di birra fresco + 5 gr di lievito secco. Io ho utilizzato 15 gr totali di lievito di birra fresco (non avevo quello secco in dispensa, ahimè!)

La sera precedente (impasto e riposo in frigo):

Far disciogliere nell’acqua, leggermente tiepida, il lievito di birra fresco.

In una ciotola mescolare insieme farina (setacciata), zucchero e sale e poi aggiungere l’acqua con il lievito precedentemente disciolto.

Impastare insieme gli ingredienti e formare un panetto omogeneo ed elastico.

Prima del riposo in frigo lasciar lievitare il panetto per circa 30 minuti a temperatura ambiente, e poi disporre lo stesso in frigo, fino al giorno dopo, in un contenitore con tappo ermetico o ben chiuso con pellicola.

La mattina successiva:

Togliere il burro dal frigo, lasciandolo ammorbidire leggermente a temperatura ambiente, prima di dividerlo in due nel senso della lunghezza, per poi iniziare la sfogliatura.

Rovesciare l’impasto tolto dal frigo sul piano di lavoro e stenderlo con l’aiuto di un mattarello, fino a formare un quadrato di almeno 15 cm di lato.

Adagiare le due metà del panetto di burro sull’impasto appena spianato, posizionandolo in modo trasversale, come indicato nella foto.

Chiudere il burro all’interno dell’impasto adagiando l’angolo sinistro alto verso il centro e l’angolo destro basso verso il centro, come indicato nella foto.

Chiudere completamente il burro dentro l’impasto adagiando verso il centro anche l’angolo destro alto e l’angolo sinistro basso, come indicato nella foto.
Con il mattarello spianare l’impasto, con il burro ben chiuso all’interno, fino a formare un rettangolo di circa 1 cm di spessore.

I lati chiusi devono rimanere sempre a destra e sinistra rispetto a noi, ed i lati aperti in basso ed in alto, sul piano di lavoro. La pasta devo stenderla, per allungarla, dal centro verso il basso e dal centro verso l’alto, cercando di mantenere la forma di un rettangolo. Per stendere la pasta, se necessario, utilizzare una leggerissima quantità di farina.

Le pieghe: 3 serie di pieghe a 3

Fare la prima piega a tre, ovvero dividere idealmente l’impasto, nel senso dell’altezza, in 3 parti, ripiegando la parte alta dell’impasto sopra quella centrale, e la parte bassa dell’impasto, verso il centro, sopra la prima, con 2 semplici gesti, per ottenere 3 strati di impasto totali, come indicato nella foto.

Coprire con pellicola e far riposare in frigo 30 minuti circa.

Con 3 serie di pieghe a tre otterremo una sfoglia che crescerà molto in cottura.

Se il margine superiore e inferiore dell’impasto piegato risulta non ben chiuso, schiacciate con il mattarello i margini del rettangolo ottenuto, per evitare che residui del burro inglomerato fuoriescano.

Le operazioni di spianatura per allungare la pasta e piega a tre dell’impasto (per ottenere 3 strati di impasto totali, dovranno essere ripetute almeno 2 volte (per un totale di n.3 volte).

Ricorda che i lati chiusi devono rimanere sempre a destra e sinistra rispetto a noi, ed i lati aperti in basso ed in alto, sul piano di lavoro.

Prima di fare il 2° ed il 3° giro di pieghe a tre, la pasta deve riposare in frigo non meno di 30 minuti: la pasta, senza riposo in frigo, risulta troppo dura da stendere e ritorna indietro.

Stendere la soglia e formare i croissant

Dopo il riposo l’impasto deve essere spianato fino ad ottenere un bel rettangolo di circa 25 x 38 cm.

Dal rettangolo dovranno essere ricavati 8 triangoli, tagliando la pasta con l’aiuto di una rotella da pizza (con la lama liscia).

Arrotolare ogni rettangolo iniziando ad avvolgere la pasta su se stessa, fin verso la punta, partendo dalla parte più larga del triangolo.

Se volete, prima di arrotolare i triangoli, potete aggiungere della marmellata, all’interno dell’impasto.

Disporre i croissant sulla leccarda del forno (adagiati su carta da forno) e lasciar lievitare all’interno del forno (spento) finché non crescono (i miei hanno impiegato almeno 1 ora). Metterli ben distanziati l’uno dall’altro, poiché in fase di lievitazione e poi in cottura cresceranno molto.

Prima di infornare per la cottura, spennellare i croissant con 1 uovo leggermente sbattuto.

Cuocere in forno ben caldo a 220° per 15/20 minuti.

♥ ♥ ♥

La ricetta di Virginia Sementilli la trovate sul suo Blog Il gatto Pasticcione a questo LINK .

♥ ♥ ♥

Barbara Baccarini, è la blogger che è stata abbinata a me. Tra le mie ricette Barbara ha scelto di ripubblicare nel suo blog Un giorno senza fretta  la Quiche con patate e speck

Questa la sua versione della Quiche con patate e speck.

A presto con nuovi scambi di ricette.

Giuseppina Buti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *