Canederli – Knödeln

Canederli – Knödeln

La prima volta che ho mangiato i canederli è stato a Monaco di Baviera, durante la mia esperienza come Ragazza alla Pari. Erano deliziosi. Le sera d’inverno, mentre fuori nevicava, quel cibo e quel buon brodo “rimetteva al mondo”!

Ma i migliori li ho assaggiati in quel posto fantastico chiamato Trentino! Questa è solo una delle infinite varianti di canederli o Knödeln.

♥♥♥♥♥

Quella dei canederli, diciamocelo, è una ricetta svuota frigo. Gli avanzi del vostro frigo e della vostra dispensa con l’aiuto della vostra fervida e creativa fantasia vi aiuteranno a creare infinite gustose varianti di canederli:

-un piccolo pezzo di speck, da giorni in frigo, che nessuno riesce più a tagliare all’affettatrice casalinga, tanto è piccolo ;

-una cipolletta triste oppure quel piccolo porro solo soletto in un angolo del cassetto in fondo al frigo;

-quel pezzetto di burro che, anche se ancora non scaduto ovviamente, ha ormai perduto la sua forma originaria di panetto;

-quelle fette di pane dimenticate e divenute molto croccanti rimaste in un angolo della cassetta o della busta in stoffa del porta pane;

Con i canederli farete “pulizia” e donerete nuova vita a quegli ingredienti dimenticati creando una piatto eccezionale!

Questa che vi propongo è una ricetta base.

Ingredienti:

  • 0,150 gr. di pane “secco”
  • 0,80 gr di speck
  • 0,40 gr di cipolle bianche
  • 1 noce di burro
  • 2 uova intere
  • 2 cucchiai di farina
  • 100 ml di latte
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tagliata finemente

In una padella antiaderente fate sciogliere una noce di burro e rosolatevi la cipolla tagliata finemente.

Nel frattempo tagliate lo speck, prima a listarelle e poi a quadratini piccoli, ed il pane secco (leggi raffermo), prima a fette e poi a cubetti piccoli.

In una ciotola mettete il pane, aggiungete la cipolla imbiondita e mescolate bene.

A parte unire insieme gli altri ingredienti: farina, speck, uova, latte, erba cipollina. Appena risultano ben amalgamati uniteli al pane, mischiare bene fino a formare un composto omogeneo.

Lasciare riposare l’impasto per 5/10 minuti e successivamente formare i canederli dando loro una forma rotonda. Bagnatevi le mani con acqua fresca affinché l’impasto, mentre date la forma rotonda al canderlo, non si attacchi alle mani. Prima della cottura lasciarli riposare ancora per 5 minuti.

La dimensione dei canederli sceglietela voi. I veri canederli sono molto grandi, ma se preferite sfere più piccole, scegliete voi.

Cuoceteli in acqua bollente salata. I tempi di cottura variano a seconda della dimensione che avete dato ai vostri canederli, ovviamente e può variare dai 10 minuti, per quelli piccoli come gnocchi, fino a 20/30 minuti per quelli più grandi.

Serviteli in un buon brodo di carne o vegetale dopo aver cosparso il piatto di erba cipollina tagliata finissima, oppure utilizzate quella essiccata.

Guten Appetit!

♥♥♥♥♥

Con questa ricetta partecipo al contest di L’aroma del caffé LA CUCINA DEL CUORE in scadenza il 24.02.2013

cuore 3

♥♥♥♥♥

Con questa ricetta ho partecipato al contest di L’Ennesimo Blog di Cucina CRE-AZIONI IN CUCINA, di gennaio 2013 in scadenza il 25.01.2013

Giuseppina Buti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *